Applicazione della vitamina B6 in fiale

Accessori

Nella pratica medica, la vitamina B6 in fiale viene utilizzata principalmente in situazioni in cui il suo utilizzo in compresse è impossibile. Ciò accade, ad esempio, quando il paziente non riesce a deglutire o il suo tratto gastrointestinale non funziona normalmente. In tali casi, la preparazione di piridossina sotto forma di soluzione viene somministrata per via intramuscolare o endovenosa e il suo assorbimento non dipende più dal lavoro e dallo stato del tratto gastrointestinale..

In poche parole, la vitamina B6 in fiale è un'opzione per sostituire le compresse con essa e per i casi più gravi. Un bisogno veramente acuto di iniezioni di vitamina B6 si presenta raramente, vengono utilizzate principalmente dai medici per il trattamento ospedaliero dei pazienti. Iniettata per via intramuscolare o endovenosa, la piridossina agisce sul corpo allo stesso modo di un tratto digestivo normalmente funzionante, e quindi se è possibile berlo in compresse, le iniezioni con esso sono solitamente irrazionali.

“Ci è stata iniettata vitamina B6 in ospedale per due giorni mentre lo stomaco veniva lavato. Si scopre che lo stomaco non funziona dopo l'avvelenamento e la vitamina è necessaria, quindi è stata iniettata direttamente nella vena. Quindi le vitamine B1, B6 e B12 sono state prescritte per normalizzare il metabolismo. Ma hanno detto che abbiamo bisogno soprattutto di B6, è importante che il bambino lo riceva... "

Tuttavia, a volte si verificano situazioni in cui è necessario iniettare preparati vitaminici a casa. Inoltre, la piridossina in fiale viene spesso utilizzata non per lo scopo previsto, ma, ad esempio, per scopi cosmetici - per la cura dei capelli e del cuoio capelluto. Considerando che il prezzo della vitamina B6 è basso, spesso la sperimentano, aggiungendo alla composizione varie maschere e rimedi fatti in casa.

Come è corretto, in questi casi, usarlo in tutte queste forme: iniezioni e maschere? Scopriamolo...

Indicazioni per l'uso della vitamina B6 in fiale

La vitamina B6 in fiale viene utilizzata come parte della terapia complessa per malattie gravi. In generale, tutte le situazioni in cui l'agente deve essere somministrato con precisione per iniezione possono essere suddivise in tre grandi gruppi:

  1. L'incapacità del paziente di deglutire compresse con piridossina: svenimento, grave disturbo mentale, rifiuto categorico di seguire gli ordini del medico, uso di un respiratore, grave nausea con vomito;
  2. Disturbi nel lavoro del tratto gastrointestinale, quando anche una vitamina ingerita non viene assorbita o viene assorbita in quantità insufficienti. Tali disturbi includono sindrome da malassorbimento, alterazioni degenerative dell'epitelio intestinale, ulcera peptica, condizioni del tratto gastrointestinale dopo un intervento chirurgico esteso (ad esempio, dopo aver rimosso parte dello stomaco o dell'intestino);
  3. La necessità di dosi molto elevate di vitamina B6, che non può essere assorbita dal tratto gastrointestinale con sufficiente velocità e deve essere iniettata direttamente nel flusso sanguigno. Tale necessità a volte si verifica nel diabete mellito, avvelenamento da isoniazidi, nell'emodialisi e nei disturbi ematopoietici.

In cosmetologia, la vitamina B6 in fiale viene utilizzata principalmente per i capelli: è stato notato che la sua aggiunta alla composizione di shampoo e maschere favorisce la crescita e il rafforzamento dei capelli, nonché il miglioramento del cuoio capelluto. Certo, per questo scopo, è nelle fiale che dovrebbe essere utilizzata la vitamina B6, poiché sarebbe difficile e irrazionale preparare un prodotto appropriato a base di compresse..

Preparati di vitamina B6 in fiale

Una soluzione di vitamina B6 in fiale oggi viene venduta con diversi nomi commerciali. I più comuni sono: piridossina, piridossina cloridrato, vitamina B6, piridossina-bufus e piridossina-fiala.

In effetti, tutti questi farmaci sono gli stessi nella loro composizione e differiscono solo per il produttore e il nome..

Quando acquisti farmaci in fiale, devi prestare attenzione alla concentrazione della vitamina B6 stessa: può essere diversa. La concentrazione è solitamente indicata sulla confezione..

Inoltre, la vitamina B6 è spesso disponibile in fiale miscelate con altre vitamine. Molto spesso è una combinazione di esso con le vitamine B1 e B12. Tra tali farmaci, ad esempio, sono noti i seguenti:

  1. Combilipen. Il prezzo di 5 fiale da 2 ml è di circa 200 rubli;
  2. Complimenti Il suo prezzo è di circa 250 rubli per 5 fiale da 2 ml ciascuna;
  3. Vitagamma. Prezzo: circa 100 rubli per 5 fiale da 2 ml.

Tali farmaci per l'autoiniezione devono essere acquistati solo dopo aver consultato un medico..

Alcuni esperti ritengono che da un punto di vista medico sia inaccettabile mescolare le vitamine B1, B6 e B12 in una fiala, poiché riducono l'efficacia l'una dell'altra se somministrate contemporaneamente. Cioè, per un trattamento completo, è meglio somministrare la piridossina separatamente dalle altre vitamine. Tuttavia, i preparati combinati di piridossina esistono e vengono utilizzati attivamente.

Come iniettare correttamente (iniezioni) del farmaco

Forse la caratteristica principale delle iniezioni con vitamina B6 è che sono piuttosto dolorose. Per questo motivo, molti preparati di piridossina in fiale contengono lidocaina, che ha un effetto analgesico se somministrata per via intramuscolare..

Nella pratica medica, la somministrazione endovenosa di vitamina B6 è considerata più preferibile, poiché entra direttamente nel flusso sanguigno a pieno volume. Pertanto, nel trattamento ospedaliero, la piridossina viene solitamente somministrata per infusione a una velocità o all'altra..

Secondo le istruzioni standard, le iniezioni del farmaco vengono eseguite anche nel muscolo gluteo. Per un'iniezione, è sufficiente utilizzare una siringa da 2 ml (di norma, questa è la quantità di vitamina contenuta nell'ampolla e grandi quantità di farmaco vengono somministrate per via endovenosa).

Per effettuare un'iniezione intramuscolare, procedere come segue:

  1. Il paziente viene posto a pancia in giù in modo da rilassare completamente i muscoli glutei;
  2. Preparare un batuffolo di cotone inumidito con alcool;
  3. Rompere la punta della fiala. È meglio avvolgerlo con un tovagliolo per questo, in modo da non tagliarsi accidentalmente il dito;
  4. Raccogliere la soluzione dall'ampolla con una siringa;
  5. Ruotando la siringa con l'ago verso l'alto, spremere tutta l'aria fuori da essa. Lo stantuffo deve essere premuto fino a quando una goccia di soluzione non esce dall'ago - questo significa che nella siringa rimane solo del liquido. Se l'aria rimane nella siringa, l'iniezione nel muscolo può portare alla formazione di un ematoma;
  6. Bloccare l'ago tra l'indice e il medio a una distanza di circa 1-2 cm dall'estremità;
  7. Ruota il palmo in modo che la punta dell'ago sia sotto di essa e la siringa sia sopra la mano;
  8. Uno schiaffo viene eseguito nel punto in cui verrà iniettata la soluzione (di solito nell'angolo esterno superiore di uno dei glutei). L'ago dovrebbe entrare nel muscolo per 2/3 della sua lunghezza;
  9. Il farmaco viene iniettato premendo lentamente sul pistone;
  10. Estrarre l'ago e applicare un tampone inumidito con alcool sul sito di iniezione.

Se durante l'iniezione il paziente ha avvertito un dolore acuto insopportabile, l'ago deve essere ritirato immediatamente. Queste sensazioni di solito indicano che un ago sta colpendo un nodo nervoso..

Non puoi strofinare e schiacciare il sito di iniezione. Ciò può portare a un ridotto assorbimento del farmaco e lesioni ai capillari..

Un'iniezione nella coscia viene eseguita secondo uno schema simile, ma con esso il paziente deve stare principalmente su una gamba e quella in cui viene iniettato il farmaco deve essere leggermente piegata. In questo caso, il peso corporeo verrà trasferito alla gamba portante e il muscolo in cui verrà effettuata l'iniezione si rilassa. Normalmente, la vitamina B6 nelle fiale non viene iniettata nella coscia..

Dopo l'iniezione, un cappuccio viene messo sull'ago della siringa, viene rimosso e tutto questo viene gettato nel cestino. È inaccettabile riutilizzare la siringa a causa della sua non sterilità.

Controindicazioni all'uso della vitamina B6

Secondo le istruzioni per l'uso della vitamina B6 in fiale, il farmaco non deve essere iniettato anche in piccole quantità se ci sono evidenti controindicazioni:

  1. Ipervitaminosi B6, in cui compaiono sensazioni di formicolio alle dita (a volte sembrano diventare insensibili);
  2. Intolleranza individuale al farmaco e sviluppo di reazioni allergiche;
  3. In caso di sovradosaggio e segni di avvelenamento (che però si verifica raramente);
  4. Quando si assumono farmaci incompatibili con la piridossina, ad esempio cuprimina e penicillamina, inattivano completamente la piridossina. Inoltre, la vitamina B6 è controindicata quando si usano alcuni anti-tubercolosi e anticonvulsivanti, poiché riduce la loro efficacia;
  5. Con gravi danni al fegato;
  6. Con cardiopatia ischemica;
  7. Con ulcera peptica.

In alcuni casi, il medico può decidere di prescrivere preparati a base di piridossina anche se sono presenti alcune delle controindicazioni indicate, ma il paziente deve essere sotto la costante supervisione di uno specialista..

È severamente vietato usare la vitamina B6 in fiale se ci sono controindicazioni di propria iniziativa.

Come usare la vitamina B6 per la cura dei capelli?

In cosmetologia, si ritiene che la vitamina B6 promuova la crescita dei capelli, normalizzi il funzionamento delle ghiandole sebacee, trattiene l'umidità nelle cellule della pelle e prevenga la forfora. È importante capire che tale uso della piridossina è possibile solo quando il corpo ne è completamente rifornito di cibo o integratori fortificati aggiuntivi, e l'uso esterno di farmaci quando si lubrificano i capelli e il cuoio capelluto con essi dà solo un effetto aggiuntivo, meno pronunciato.

In altre parole, se il corpo sta vivendo una carenza acuta di piridossina, gli shampoo con una vitamina non saranno in grado di compensare da soli questa carenza; se la vitamina penetra attraverso il tubo digerente in quantità sufficienti, allora è abbastanza razionale utilizzarla per la cura dei capelli come parte degli shampoo (compresi quelli fatti in casa) per ottenere un ulteriore effetto positivo.

La stessa vitamina B6 dalle fiale viene aggiunta a vari prodotti per la cura dei capelli. La sua concentrazione qui può essere diversa:

  1. In una bottiglia da 250 ml di shampoo normale, di solito viene aggiunto il contenuto di 3 fiale, tutto viene accuratamente miscelato e quindi lo shampoo viene utilizzato come al solito. Di norma, a questo scopo si consiglia di utilizzare shampoo a base di erbe o balsami-balsami;
  2. In varie maschere per capelli, il contenuto di una fiala di vitamina B6 viene aggiunto a una porzione della maschera stessa. Allo stesso tempo, la piridossina viene utilizzata sia come parte delle maschere di olio che con succo di limone, fragole e altri componenti di frutta e bacche..

“Da tre anni realizzo maschere con vitamine B1 e B6. Ho notato che i capelli sono diventati più rigogliosi, c'erano meno problemi con il cuoio capelluto. E non è affatto costoso. Separatamente, queste vitamine costano solo pochi centesimi e insieme in una bottiglia il prezzo per B12, B1 e B6 è di soli 10 rubli per fiala. È abbastanza possibile permettersi per il bene della salute dei capelli ".

Quali alimenti sono ricchi di piridossina?

Sia, se necessario, per somministrare iniezioni di preparati di piridossina, sia quando si utilizza la vitamina B6 per i capelli, è estremamente importante assicurarsi che questa sostanza sia sufficiente nella dieta. In questo caso, possiamo contare sul fatto che le iniezioni e gli shampoo con piridossina stessi saranno solo una misura ausiliaria temporanea e in futuro potranno essere tranquillamente abbandonati senza il rischio di sviluppare ipovitaminosi.

La vitamina B6 si trova naturalmente in molti alimenti vegetali e animali. Ricco di loro, ad esempio:

  1. Verdure a foglia verde - cavolo, lattuga, cipolle verdi, spinaci - fino a 25 microgrammi per 100 g;
  2. Banane - fino a 34 mcg per 100 g;
  3. Noci - fino a 68 mcg per 100 g;
  4. Olio d'oliva - fino a 65 mcg per 100 g;
  5. Chicchi di cereali nel guscio - fino a 72 μg per 100 g;
  6. Patate - fino a 29 mcg per 100 g;
  7. Carne e frattaglie - fegato, reni, cuore - fino a 108 mcg per 100 g;
  8. Pesce: fino a 94 mcg per 100 g.

Allo stesso tempo, l'assunzione giornaliera di vitamina B6 per gli adulti è di 1-1,3 mg.

Pertanto, con una normale dieta equilibrata, il corpo riceve vitamina B6 dal cibo in quantità sufficienti. Pertanto, l'uso aggiuntivo di preparati di piridossina (specialmente sotto forma di iniezioni) è consigliabile solo in caso di necessità urgente..

Vitamina B6 (piridossina) in fiale: istruzioni per l'uso, prezzo

La carenza di piridossina può provocare più di 100 patologie. La sostanza è coinvolta in molti processi nel corpo umano. La vitamina è necessaria per il metabolismo delle proteine, la sintesi della serotonina e molte altre reazioni. Per alcune patologie che interferiscono con l'assorbimento dei nutrienti o l'assunzione insufficiente di vitamine dal cibo, viene prescritta la vitamina B.6 in fiale. Prima di utilizzare il medicinale, leggere attentamente le istruzioni..

I benefici della vitamina per il corpo umano

La piridossina svolge molte funzioni importanti nel corpo umano:

  • regola l'assorbimento delle proteine;
  • stimola il fegato;
  • accelera il metabolismo;
  • migliora l'assorbimento degli acidi grassi;
  • riduce la produzione di acido ossalico e riduce la probabilità di calcoli renali;
  • stimola il flusso di sostanze nutritive al cervello, rafforza la memoria;
  • riduce gli effetti dello stress;
  • migliora l'assorbimento dell'acido folico;
  • riduce la probabilità di sviluppare malattie dermatologiche;
  • stimola la saturazione delle fibre nervose con sostanze nutritive;
  • allevia gli spasmi e le convulsioni;
  • attiva la sintesi di serotonina, dopamina, norepinefrina e altri ormoni;
  • riduce il rischio di infarto, ischemia, aterosclerosi, trombosi;
  • migliora il lavoro del muscolo cardiaco;
  • partecipa alla sintesi dell'emoglobina;
  • normalizza la coagulazione del sangue, abbassa la pressione sanguigna;
  • riduce la manifestazione di spiacevoli sintomi delle mestruazioni;
  • riduce il gonfiore associato a malattie cardiache croniche;
  • ottimizza il contenuto di minerali nei tessuti e nel sangue;
  • normalizza la concentrazione di glucosio nel sangue;
  • supporta la vista nel diabete mellito;
  • ottimizza il contenuto di estrogeni, riduce il rischio di tumori degli organi genitali femminili.

Indicazioni per l'uso di fiale vitaminiche

Senza vitamina B.6 il normale funzionamento delle strutture cellulari è impossibile, il metabolismo non viene eseguito, i sistemi nervoso e circolatorio falliscono. La vitamina entra nel corpo con il cibo, quindi la sua carenza è più spesso osservata con una dieta povera e inadeguata. Inoltre, le ragioni della mancanza di una sostanza nel corpo possono essere stress costante, superlavoro fisico e mentale, gravidanza.

Le iniezioni di piridossina sono utilizzate per:

  • psoriasi, diatesi, dermatiti e altre malattie della pelle;
  • depressione, nevralgie, neuriti, disturbi del sonno, stati convulsivi, instabilità emotiva e altri disturbi del sistema nervoso;
  • nausea, scarso appetito e disturbi delle feci causati da infezione;
  • congiuntivite;
  • stomatite;
  • tossicosi.

Vitamina B6 nelle iniezioni, è spesso prescritto come rimedio aggiuntivo nella terapia complessa:

  • diabete mellito;
  • forma acuta di epatite;
  • anemia;
  • leucopenia;
  • ipocromia;
  • Morbo di Parkinson;
  • La sindrome di Meniere;
  • autismo.

A volte i medici raccomandano di iniettare piridossina per i pazienti con alcolismo ed epilessia.

Metodi per introdurre una soluzione vitaminica nel corpo

La soluzione di piridossina può essere introdotta nel corpo in tre modi:

  • per via intramuscolare;
  • per via endovenosa;
  • sotto la pelle.

Con un'iniezione endovenosa, il farmaco inizia ad agire rapidamente. Pertanto, il farmaco viene iniettato in una vena nelle fasi acute delle patologie. Per la prevenzione dell'ipovitaminosi e nel trattamento di malattie croniche, viene praticata la somministrazione intramuscolare del farmaco. Se una persona sa come fare le iniezioni, può iniettare la vitamina da solo per via sottocutanea a casa..

Le iniezioni intramuscolari vengono somministrate solo nella coscia o nei glutei. Viene praticata un'iniezione sottocutanea nell'avambraccio. È vietato iniettare una soluzione medicinale in una vena da soli, questo può essere fatto solo da un medico specialista.

L'ordine di iniezione intramuscolare del farmaco

Quando si inietta in un muscolo, le azioni vengono eseguite nel seguente ordine:

  • il paziente giace a pancia in giù, rilassa i muscoli della regione pelvica;
  • un batuffolo di cotone viene trattato con alcool;
  • la punta della fiala è avvolta in un panno per evitare tagli alle dita, quindi si stacca;
  • la sostanza dalla fiala viene aspirata nella siringa;
  • l'aria viene rimossa dalla siringa, diretta dall'ago verso l'alto, premendo il pistone;
  • la siringa è bloccata tra l'indice e il medio, il pollice poggia sul pistone;
  • il palmo è girato in modo che l'ago sia sotto di esso e la siringa si trovi sopra la mano;
  • con uno schiaffo o un massaggio con le dita, viene impastata la punta del gluteo, in cui verrà iniettata la soluzione;
  • l'ago è immerso per 2/3 nel tessuto muscolare;
  • il liquido medicinale viene lentamente spremuto dalla siringa premendo lo stantuffo;
  • quando il pistone raggiunge l'arresto, l'ago viene rimosso dal muscolo;
  • un batuffolo di cotone trattato con alcool viene applicato nel punto in cui si trovava l'ago.

Se, quando viene inserito l'ago, il paziente avverte un dolore insopportabile, molto probabilmente il nervo situato nel muscolo è stato danneggiato. In questo caso, l'ago deve essere rimosso immediatamente..

Dopo la procedura, non toccare il sito di iniezione e premere troppo su di esso con un batuffolo di cotone. Nel primo caso può essere introdotta un'infezione e nel secondo l'assorbimento del farmaco si deteriora, i capillari sono danneggiati.

L'iniezione nella coscia viene eseguita secondo lo stesso principio dell'iniezione nel gluteo. Ma in questo caso, il paziente non mente, ma si alza, concentrandosi su una gamba e sull'altra gamba, nella coscia di cui verrà iniettato il farmaco, rilassandosi e leggermente piegata. Questa posizione è necessaria per rilassare il muscolo della coscia, in cui verrà iniettata la vitamina. Ma nella maggior parte dei casi, la piridossina viene iniettata nel muscolo gluteo e non nella coscia..

Dopo l'iniezione, la siringa con il cappuccio sull'ago viene eliminata. La siringa usata non può essere riutilizzata, poiché non è sterile.

Dosaggio e corso del trattamento

Diversi preparati di vitamina B sono venduti nelle farmacie6 in fiale. I più popolari sono i prodotti chiamati Kombilipen, Neurobion, Vitagamma e Compligam B. Ma questi farmaci includono fiale di più della semplice vitamina B.6, ma anche vitamine del gruppo B.1 e B12. Se hai bisogno di una vitamina B.6 nella forma di rilascio della fiala, è possibile acquistare il farmaco, che si chiama - "Piridossina". La soluzione vitaminica in fiale si presenta come un liquido limpido, incolore o leggermente giallastro.

Il dosaggio giornaliero delle iniezioni è determinato dalla malattia e dall'intensità del suo decorso. Secondo le istruzioni per l'uso, la seguente quantità di piridossina deve essere iniettata al giorno:

  • 200 mg per disturbi nervosi;
  • 100 mg per il morbo di Parkinson;
  • fino a 600 mg per convulsioni;
  • fino a 20 mg con ipovitaminosi.

Viene stabilito un dosaggio speciale per l'anemia. Anche con una manifestazione pronunciata di questa patologia, è consentito al paziente iniettare solo 100 mg del farmaco 2 volte a settimana. Per altre malattie, il dosaggio giornaliero della vitamina è determinato da un medico specialista..

A scopo profilattico, agli adulti vengono prescritti 5 mg di farmaco al giorno, ai bambini - 2 mg.

Il corso del trattamento per adulti dura un mese, per bambini - 2 settimane. Il corso profilattico delle iniezioni non dovrebbe durare più di 2 mesi.

Effetti collaterali

Vitamina B6 estremamente raramente danneggia il corpo umano. Alcuni pazienti hanno reazioni allergiche minori, produzione eccessiva di acido cloridrico nello stomaco.

La piridossina ha gravi effetti collaterali solo in caso di sovradosaggio. Il sintomo principale di un sovradosaggio è un disturbo metabolico, manifestato da avvelenamento dei tessuti muscolari, renali ed epatici con acido lattico, nonché una diminuzione della concentrazione di glicogeno nei tessuti. A volte una persona ha una coagulazione del sangue compromessa, si sviluppa la calvizie.

In caso di sovradosaggio, le iniezioni di vitamina vengono interrotte. La terapia ha lo scopo di eliminare i sintomi. Non esiste un medicinale in grado di rimuovere l'intossicazione da piridossina, quindi devi aspettare che il corpo si purifichi.

Qualche volta in riviste e su siti ci sono informazioni che la piridossina può essere bevuta da ampolle. Si dice persino che il medicinale non possa essere diluito con acqua. Queste informazioni non sono solo false ma anche pericolose. Vitamina B6 in fiala, è inteso per entrare nel corpo attraverso il sangue, è prescritto a pazienti che non possono assumere pillole a causa di nausea, disturbi intestinali, tossicosi, diarrea, ulcera peptica e altre patologie dell'apparato digerente. La soluzione in una fiala è concentrata, entrando nel corpo per via orale, brucia le pareti mucose dell'esofago e dello stomaco, provocando una forte reazione allergica.

Piridossina in fiale durante la gravidanza

La vitamina in fiala sotto forma di donne incinte e madri che allattano può essere utilizzata con estrema cautela e sotto stretto controllo medico. Le iniezioni di piridossina durante la gravidanza sono prescritte se c'è un'emergenza ei benefici che il farmaco porta al corpo femminile superano il probabile danno all'embrione nell'utero.

Molto spesso, le iniezioni di vitamina sono prescritte per tossicosi grave. Inoltre, il farmaco è indicato per:

  • distacco della placenta;
  • alto rischio di aborto spontaneo;
  • gravidanza grave;
  • tono forte dell'utero;
  • tachicardia, aritmia o ipertensione nella gestante;
  • crampi ai muscoli scheletrici;
  • stress frequente durante la gestazione.

Fiale di piridossina per bambini

Un bambino che non riceve abbastanza vitamina B dal cibo6, possono verificarsi gravi patologie del sistema nervoso. Le iniezioni di piridossina sono prescritte per i bambini che hanno disturbi del sonno e convulsioni durante la notte..

I bambini ricevono la vitamina dal latte materno. Pertanto, le madri che allattano al seno dovrebbero mangiare correttamente e completamente, mangiare cibi ricchi di vitamine del gruppo B. Prima di iniettare piridossina in un bambino di età inferiore a un anno, i genitori dovrebbero ottenere il permesso da un pediatra.

Utilizzando la soluzione di piridossina per la cura dei capelli

Con una carenza di vitamine nel corpo, i capelli diventano secchi e fragili, le punte si dividono. I capelli sono scarsamente rinnovati, inizia la calvizie, il cuoio capelluto diventa untuoso e coperto di forfora. Pertanto, la soluzione di piridossina viene spesso utilizzata in cosmetologia per la cura dei capelli..

La soluzione vitaminica può essere aggiunta a shampoo e balsami. Ma più spesso, le maschere per capelli sono realizzate sulla base del farmaco. La soluzione viene applicata sui capelli, la testa viene avvolta in un involucro di plastica, quindi con un asciugamano di spugna. In caso di calvizie, si consiglia di eseguire tali maschere a giorni alterni e se l'aspetto dei capelli peggiora, due volte a settimana.

Con l'uso regolare di maschere:

  • i capelli ricevono una quantità sufficiente di umidità;
  • forfora passa;
  • il processo di calvizie si ferma;
  • restituiscono lucentezza, forza e volume ai capelli;
  • i capelli crescono più velocemente.

Prezzo della vitamina in fiale

Il farmaco "Piridossina" è economico, costa da 30 a 40 rubli.

Il costo dei farmaci complessi che includono altre vitamine del gruppo B è leggermente superiore. Quindi, "Combilipen", composto da 5 fiale, costa circa 200 rubli, "Compligam B" - 250 rubli, "Neurobion" - circa 300 rubli, "Vitagamma" - 100 rubli.

Piridossina cloridrato (vitamina B6)

Istruzioni

  • russo
  • қazaқsha

Nome depositato

Piridossina cloridrato (vitamina B6)

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Soluzione iniettabile 5% 1 ml

Composizione

1 ml di soluzione contiene

sostanza attiva - piridossina cloridrato

(in termini di sostanza al 100%) 50,0 mg,

eccipiente: acqua per preparazioni iniettabili.

Descrizione

Liquido trasparente, incolore o leggermente colorato

Gruppo farmacoterapeutico

Altre vitamine in forma pura. Piridossina

Codice ATX A11HA02

Proprietà farmacologiche

Farmacocinetica

Quando somministrata per via parenterale, la piridossina viene trasportata in uno stato legato all'albumina e all'emoglobina degli eritrociti. Penetra bene in tutti i tessuti. Si accumula principalmente nel fegato, in misura minore nei muscoli e nel sistema nervoso centrale (SNC). Passa attraverso la placenta, escreto nel latte materno.

La piridossina viene metabolizzata nel fegato per formare 3 vitameri in grado di trasmettersi reciprocamente: piridossina, piridossale e piridossamina.

Il piridossal fosfato si lega alle proteine ​​plasmatiche del 90%. L'emivita è di 25-33 giorni. Escreto dai reni sotto forma di acido piridossico inattivo.

Farmacodinamica

La piridossina cloridrato appartiene al gruppo delle vitamine idrosolubili (vitamina B6). Ricarica la carenza di vitamina B6, ha un effetto regolatore sul metabolismo degli amminoacidi, neurotrasmettitori.

La vitamina B6 è essenziale per il normale funzionamento del sistema nervoso centrale e periferico.

La piridossina è un coenzima delle transaminasi e delle decarbossilasi, che forniscono lo scambio di amminoacidi e la sintesi dei neurotrasmettitori.

Nei muscoli (compreso il miocardio), la piridossina attiva i processi di degradazione del glicogeno e ottimizza il metabolismo energetico muscolare in condizioni di ipossia. Fornisce la sintesi della niacina (vitamina PP) dal triptofano. Regola lo scambio di acido glutammico, metionina, cisteina.

Nel sistema nervoso, la piridossina è coinvolta nella sintesi dei neurotrasmettitori: norepinefrina, dopamina, glicina, GABA e serotonina. Allo stesso tempo, cambia l'equilibrio di questi mediatori verso la predominanza dei mediatori inibitori: GABA, glicina e serotonina. Pertanto, la piridossina è coinvolta nella regolazione dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale (SNC). La piridossina attiva il sistema antinocicettivo e potenzia l'effetto degli analgesici.

Promuove la normalizzazione del metabolismo lipidico.

Stimola la sintesi dell'eme nell'emoglobina, aumenta la sintesi della proteina legante il ferro nel midollo osseo (siderofilina), regola lo scambio di vitamina B12 e acido folico. Legandosi ai residui di lisina sulla superficie delle piastrine e al fibrinogeno, rallenta la coagulazione del sangue e l'aggregazione piastrinica, migliora il flusso sanguigno e l'afflusso di sangue ai tessuti.

La piridossina modifica l'azione degli ormoni steroidei: estrogeni, androgeni, gestageni, ormoni glucocorticosteroidi, modificando l'interazione del complesso ormone-recettore con il nucleo cellulare.

La carenza isolata di piridossina è molto rara, principalmente nei bambini in alimentazione artificiale speciale (si possono manifestare diarrea, convulsioni, anemia, neuropatia periferica).

Indicazioni per l'uso

- carenza di vitamina ipo, vitamina B6

- come parte della terapia complessa per la tossicosi delle donne in gravidanza, tossico

epatite, sintomi di astinenza con alcolismo

- anemia ipocromica sideroachristica (sideroblastica)

- sindrome convulsiva dipendente dalla piridossina nei bambini

- prevenzione e trattamento degli effetti neurotossici

- come parte di una terapia complessa nel trattamento delle malattie del nervo

sistemi (malattia di Little, corea minore, nevralgie, neuriti)

- Malattia di Meniere, cinetosi e mal d'aria

- dermatite seborroica e non seborroica, neurodermite, psoriasi,

Metodo di somministrazione e dosaggio

La piridossina viene somministrata per via endovenosa, intramuscolare o sottocutanea (se l'ingestione non è possibile, ad esempio, con vomito e con ridotto assorbimento intestinale).

Per gli adulti con ipo e avitaminosi B6, le dosi terapeutiche sono 50-100 mg (1-2 ml di soluzione al 5%) in 1-2 dosi al giorno. Il corso del trattamento per adulti - 1 mese.

Bambini - 20 mg (0,5 ml di soluzione al 5%) al giorno, corso del trattamento - 2 settimane.

Con il parkinsonismo, una soluzione da 100 mg / giorno (2 ml di 5%) viene prescritta per via intramuscolare al giorno. Il corso del trattamento è di 20-25 iniezioni. Dopo 2-3 mesi si ripete il ciclo di trattamento oppure, partendo da una dose di 50-100 mg / giorno, si aumenta giornalmente la dose di 50 mg, portandola a 300-400 mg / giorno, in una singola iniezione per 12-15 giorni.

Per il trattamento dell'anemia, vengono prescritti 100 mg per via intramuscolare 2 volte a settimana. Si consiglia di assumere contemporaneamente acido folico, cianocobalamina, riboflavina.

Per il trattamento della sindrome convulsiva dipendente dalla piridossina negli adulti - 30-600 mg per via endovenosa o intramuscolare; bambini - 10-100 mg al giorno.

Con depressioni di età involutional - per via intramuscolare, 200 mg / giorno.

Nel trattamento della tubercolosi, GINK (idrazide di acido isonicotinico) e suoi derivati ​​per 1 g di GINK iniettato, devono essere prescritti 100 mg di piridossina (per prevenire disfunzioni del sistema nervoso centrale).

Effetti collaterali

- dispepsia, dolore nella regione epigastrica

- parestesia, intorpidimento, comparsa di una sensazione di compressione agli arti

(sintomo di "calza" e "guanti")

- reazioni allergiche come eruzione cutanea, prurito, orticaria,

- reazioni locali nel sito di iniezione sotto forma di irritazione, iperemia,

- diminuzione dell'allattamento (a volte usato come effetto terapeutico)

Controindicazioni

- ipersensibilità alla piridossina

- grave insufficienza epatica

Accuratamente

- ulcera peptica e 12 ulcera duodenale (a causa di un possibile aumento dell'acidità gastrica

Interazioni farmacologiche

Indebolisce l'effetto neurotossico di isoniazide, idralazina, cicloserina e D-penicillamina.

La piridossina indebolisce l'attività antiparkinsoniana della levodopa, accelerando i suoi processi metabolici nel tratto gastrointestinale e nel fegato, che impedisce l'ingresso della levodopa nel sistema nervoso centrale.

Favorisce l'assorbimento del ferro e la sua deposizione in forma ridotta.

Migliora gli effetti degli anticoagulanti indiretti (fenindione, warfarin, neodicumarin) e dell'eparina.

Migliora l'effetto analgesico di metamizolo, acido acetilsalicilico, tramadolo e nefopam.

Una soluzione di piridossina cloridrato non può essere iniettata nella stessa siringa con vitamine B1 e B12 a causa di incompatibilità farmaceutica.

istruzioni speciali

Bisogna fare attenzione quando si prescrive la piridossina a pazienti con ulcera gastrica e ulcera duodenale (a causa di un possibile aumento dell'acidità gastrica), cardiopatia ischemica, poiché l'assunzione del farmaco può provocare un peggioramento del decorso di queste malattie.

In caso di grave danno epatico, la piridossina in dosi elevate può causare il deterioramento della sua funzione.

Gravidanza e allattamento

La piridossina attraversa la placenta ed è escreta nel latte materno.

Il farmaco viene prescritto durante la gravidanza con tossicosi delle donne in gravidanza.

Non è consigliabile superare i requisiti fisiologici per la piridossina durante la gravidanza (2-2,3 mg / giorno).

Quando si prescrive il farmaco durante l'allattamento, è possibile una diminuzione dell'allattamento.

Applicazione in pediatria

Il farmaco è utilizzato nella pratica pediatrica nel trattamento complesso della sindrome convulsiva congenita piridossina-dipendente nei neonati.

Caratteristiche dell'influenza del farmaco sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi potenzialmente pericolosi

Overdose

Sintomi: il sovradosaggio si verifica con l'introduzione di piridossina a dosi elevate (200-2000 mg / die o più). Caratterizzato dallo sviluppo di intorpidimento delle mani e dei piedi, l'aspetto in essi di una sensazione di compressione.

Trattamento: terapia sintomatica (somministrazione di piccole dosi di neostigmina o galantamina per migliorare la trasmissione neuromuscolare). Non esiste un antidoto specifico.

Forma di rilascio e confezione

1 ml viene versato in fiale piene di siringa di vetro neutro con un punto o un anello a rottura.

Ogni fiala è incollata con un'etichetta di carta per etichette o carta da lettere.

5 o 10 fiale sono confezionate in un blister formato da una pellicola di polivinilcloruro e un foglio di alluminio.

Le confezioni di celle sagomate, insieme alle istruzioni approvate per uso medico nelle lingue statali e russe, sono collocate in scatole di cartone per contenitori di consumo o ondulate.

Condizioni di archiviazione

Conservare in un luogo buio a una temperatura non superiore a 30 ºС.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di conservazione

Non utilizzare dopo la data di scadenza.

Termini di dispensazione dalle farmacie

Nome e paese dell'organizzazione di produzione

JSC "Khimfarm", Repubblica del Kazakistan,

Shymkent, st. Rashidova, 81

Nome e paese del titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio

JSC "Khimfarm", Repubblica del Kazakistan

Indirizzo dell'organizzazione che accetta reclami dal consumatore sulla qualità del prodotto (merci) ed è responsabile del monitoraggio post-registrazione della sicurezza del medicinale nel territorio della Repubblica del Kazakistan

Vitamina B6 in fiale: istruzioni per l'uso, indicazioni, prezzi, recensioni

A cosa serve la vitamina B6? Questa è una domanda comune. Scopriamolo in questo articolo. Il termine è il nome di un gruppo di tre forme che si trasformano reciprocamente l'una nell'altra, rappresentando un composto bioorganico. Diverse forme di un composto sono chiamate conformazioni spaziali e sono denominate in modo diverso. Tuttavia, il nome comune è piridossina.

Di seguito sono riportate le istruzioni per l'uso della vitamina B6 in fiale.

Uso della vitamina B6 sotto forma di fiale

Nell'uso medico, la vitamina B6 in fiale viene utilizzata principalmente nei casi in cui il suo utilizzo in compresse è impossibile. Ciò accade, ad esempio, quando un paziente non è in grado di deglutire o il suo tratto gastrointestinale non funziona normalmente. In queste situazioni, la preparazione di piridossina sotto forma di soluzione viene somministrata a una persona per via endovenosa o intramuscolare e, di conseguenza, il suo assorbimento non è in alcun modo determinato dal funzionamento e dallo stato del tratto gastrointestinale. Il prezzo della vitamina B6 in fiale interessa molti.

In poche parole, è un'opzione che sostituisce le pillole e viene utilizzata nei casi più gravi. Raramente hanno davvero bisogno di iniezioni di vitamina B6, molto spesso vengono utilizzate dai medici durante il periodo di terapia ospedaliera dei pazienti. La piridossina, somministrata per via intramuscolare o endovenosa, agisce sull'organismo allo stesso modo di un tratto digerente normalmente funzionante, il che significa che se è possibile utilizzarla sotto forma di compresse, iniettarla con essa è irrazionale. Le recensioni sulle vitamine B6 in fiale abbondano.

Hai bisogno di usare a casa

Tuttavia, spesso si verificano situazioni in cui i preparati vitaminici devono essere iniettati a casa. Inoltre, la piridossina in fiale viene spesso utilizzata non per lo scopo previsto, ma anche per scopi cosmetici, ad esempio per la cura del cuoio capelluto e dei capelli. Se prendiamo in considerazione un fattore come un prezzo basso, diventa chiaro perché le persone spesso lo sperimentano e lo aggiungono a vari prodotti per la cura e maschere fatti in casa.

In quali casi viene utilizzata la vitamina B6 nelle fiale?

È usato come parte integrante della terapia complessa per malattie gravi. In linea di principio, tutte le indicazioni per l'uso della vitamina B6 possono essere suddivise in tre tipi principali:

- Quando il paziente non è in grado di deglutire compresse contenenti piridossina, ad esempio, con un grave disturbo mentale, in uno stato di svenimento, con un rifiuto categorico di seguire le istruzioni del medico, con vomito e nausea gravi, durante l'utilizzo di un respiratore.

- Difetti nel funzionamento del tratto gastrointestinale, quando la vitamina, anche se il paziente l'ha ingerita, non viene assorbita o assorbita in quantità insufficiente. Tali disturbi includono trasformazioni degenerative dell'epitelio intestinale, sindrome da malassorbimento, stato del tratto gastrointestinale dopo aver subito operazioni estese (ad esempio, dopo aver rimosso una parte dell'intestino o dello stomaco), ulcera peptica.

- La necessità di dosi molto elevate del farmaco, che non possono essere assorbite dal tratto gastrointestinale alla velocità richiesta e devono entrare immediatamente nel flusso sanguigno. Un bisogno simile a volte si presenta con avvelenamento da isoniazidi, diabete mellito, difetti ematopoietici ed emodialisi. Ciò è confermato dalle istruzioni per l'uso allegate alla vitamina B6 in fiale..

Nel campo della cosmetologia

Nel campo della cosmetologia, l'uso della vitamina B6 sotto forma di fiale è più spesso notato per i capelli, poiché hanno notato che quando viene aggiunto alla composizione di maschere e shampoo, i capelli diventano più forti e iniziano a crescere più velocemente e il cuoio capelluto guarisce. Se l'obiettivo è esattamente questo, allora è proprio nelle fiale che dovrebbe essere utilizzata la vitamina B6, poiché sarebbe molto difficile e, in linea di principio, irrazionale realizzare un rimedio appropriato usando le compresse.

Preparati di vitamina B6 per iniezione

Una soluzione di vitamina B6 iniezioni è attualmente venduta con una serie di nomi commerciali. Le più diffuse tra loro erano: "Piridossina", "Vitamina B6", "Piridossina cloridrato", "Piridossina-Fiala" e "Piridossina-Bufus". In effetti, tutti i suddetti farmaci hanno la stessa composizione, ma differiscono solo nei nomi e nelle società di produzione. Inoltre, la vitamina B6 viene spesso utilizzata in fiale, mescolata con altre vitamine. Si tratta principalmente di combinazioni con B1 e B12.

Per l'auto-somministrazione di iniezioni, tali farmaci devono essere acquistati solo dopo aver consultato uno specialista..

A volte chiedono se è possibile bere la vitamina B6 in fiale. È possibile, ma assolutamente inutile, perché durante il processo digestivo la digeribilità scenderà al 10%. Pertanto, le iniezioni sono molto più efficaci..

istruzioni speciali

Probabilmente la caratteristica distintiva più importante delle iniezioni con l'uso della vitamina B6 è che è piuttosto dolorosa. Questo è il motivo per cui molti preparati di piridossina sotto forma di fiale contengono lidocaina, che ha un effetto analgesico se somministrata per via intramuscolare..

Quali alimenti contengono vitamina B6? Contiene molti prodotti animali: uova, gamberetti, ostriche, salmone, tonno, prosciutto, pollo, carne macinata e agnello, fegato, ricotta, formaggio e altri latticini.

La piridossina è presente anche negli alimenti vegetali: nei cereali germogliati, patate, piselli, cavoli, carote, pomodori, lenticchie, semi di soia, verdure a foglia verde, molti cereali e cereali, lievito, noci, semi, bacche e frutta. Le banane contengono una grande quantità di vitamina B6.

Nella pratica medica, la somministrazione endovenosa del farmaco è la più utilizzata, perché in questo caso la vitamina entra completamente nel flusso sanguigno. Questo è il motivo per cui, durante la terapia ospedaliera, la piridossina è più spesso somministrata per infusione a velocità diverse..

In base alle istruzioni standard, il farmaco può essere iniettato anche nel muscolo gluteo. Per fare un'iniezione, è sufficiente prendere una siringa con un volume di due millilitri (di solito la fiala contiene esattamente questa quantità di vitamina e in grandi quantità l'agente deve essere iniettato per via endovenosa). In questo caso, le indicazioni per l'uso della vitamina B6 devono essere rigorosamente osservate.

Procedura

Quando si esegue l'iniezione intramuscolare, è necessario seguire la seguente procedura:

il paziente è posto a pancia in giù, è necessario che rilassi completamente i muscoli glutei;

preparare un batuffolo di cotone inumidito con alcool;

la punta della fiala è rotta, quindi è meglio avvolgerla con un tovagliolo per evitare lesioni accidentali al dito;

usando una siringa, una soluzione viene prelevata dalla fiala;

spremere tutta l'aria dalla siringa ruotandola verso l'alto con l'ago (il pistone deve essere premuto fino a quando non esce una goccia di soluzione dall'ago, il che significa che nella siringa rimane solo del liquido; se c'è aria nella siringa, quando viene iniettata nel muscolo può formarsi un ematoma;

l'ago deve essere bloccato tra il centro e l'indice a circa uno o due centimetri dall'estremità;

gira il palmo in modo che la punta dell'ago sia sotto di essa e una siringa sia sopra la mano;

fare uno schiaffo nel punto in cui verrà iniettata la soluzione (il più delle volte questo è l'angolo superiore esterno di una natica); l'ago deve essere inserito nel muscolo per due terzi della sua lunghezza;

il farmaco viene somministrato premendo gradualmente il pistone;

l'ago viene rimosso e applicato nell'area in cui è stata iniettata la soluzione, un tampone inumidito con alcol. Ecco come somministrare iniezioni di vitamina B6.

Alcuni consigli

Se durante l'iniezione il paziente ha avvertito un dolore acuto insopportabile, l'ago deve essere immediatamente ritirato. In genere, queste sensazioni si verificano quando l'ago colpisce un nodo nervoso..

Non è possibile schiacciare e strofinare il punto in cui è stata effettuata l'iniezione, poiché in questo caso l'assorbimento del farmaco sarà disturbato e si formeranno lesioni capillari.

Viene praticata un'iniezione nella coscia secondo lo stesso schema, tuttavia, il paziente deve stare su una gamba e l'altra, dove verrà iniettata la soluzione, deve essere leggermente piegata. In questo caso, il peso corporeo verrà trasferito alla gamba portante e il muscolo in cui viene effettuata l'iniezione si rilasserà. La vitamina B6 di solito non viene iniettata nella coscia..

Una volta effettuata l'iniezione, mettere un cappuccio sull'ago della siringa, rimuoverlo e smaltirlo. Il riutilizzo della siringa è inaccettabile perché non è più sterile.

Controindicazioni

- ipervitaminosi B6, quando si avverte formicolio alle dita (a volte sembrano intorpidite);

- intolleranza a un singolo prodotto e comparsa di reazioni allergiche;

- sintomi di avvelenamento e sovradosaggio (questo accade raramente);

- l'uso di farmaci incompatibili con la piridossina, ad esempio, penicillamina e cuprimina, che disattivano completamente la piridossina; non è inoltre possibile utilizzare la vitamina B6 quando si assumono numerosi farmaci anticonvulsivanti e antitubercolari, poiché riduce l'efficacia del loro effetto;

- grave danno epatico;

- cardiopatia ischemica.

Il medico può decidere di utilizzare preparati a base di piridossina anche in presenza di una qualsiasi delle controindicazioni elencate, tuttavia, il paziente deve essere sotto la costante supervisione di uno specialista..

È vietato utilizzare il prodotto in fiale di propria iniziativa in caso di controindicazioni.

Vitamina B6 in fiale: prezzo

Il farmaco è poco costoso: 30-40 rubli.

Il costo dei preparati con vitamine aggiuntive è il seguente:

- "Kombilipen", per cinque fiale da due millilitri ciascuna devi pagare circa duecento rubli;

- "Vitagamma" - circa cento rubli per lo stesso importo;

- "Compligam B" - circa duecentocinquanta rubli, il volume è lo stesso.

Recensioni

Le recensioni sulla vitamina B6 sono spesso positive.

I suoi principali vantaggi includono efficienza, efficacia, prezzo basso, una vasta gamma di problemi che può risolvere..

Solo le possibili reazioni allergiche sono indicate come svantaggi..

Allora, a cosa serve la vitamina B6, abbiamo spiegato. Poiché svolge un ruolo importante nel corpo umano, le persone ne hanno sempre bisogno. Puoi ottenerlo se includi alimenti che lo contengono nella tua dieta, ma potrebbe non essere sufficiente. Pertanto, ai pazienti può anche essere prescritto un corso profilattico con vitamine di questo gruppo sullo sfondo di qualsiasi malattia..

Si nota l'efficacia di questo farmaco se usato per scopi cosmetici. L'agente in fiale è molto utile per il trattamento esterno del cuoio capelluto. Sulla base, vengono realizzate maschere molto leggere, ma efficaci..

L'articolo ha esaminato in dettaglio la vitamina B6 nelle istruzioni per l'uso delle fiale e nelle revisioni dei pazienti

Indicazioni per l'uso della vitamina B6 in fiale

Le vitamine B6 in fiale sono prescritte dai medici per reintegrare la mancanza di piridossina nel corpo o in malattie causate da una carenza di questa sostanza. Il nome non proprietario internazionale è piridossina. Questa vitamina è richiesta dal corpo ogni giorno. È necessario per i processi metabolici, il mantenimento dei livelli di emoglobina, la formazione di coenzimi e amminoacidi.

A cosa serve la piridossina?

B6 è essenziale per adulti e bambini. Migliora il metabolismo di grassi, carboidrati e proteine.

Proprietà fisiche e chimiche

La vitamina B6 è una sostanza organica, biologicamente attiva che assomiglia a cristalli. È altamente solubile in acqua, resistente agli alcali e agli acidi. Nelle soluzioni, la piridossina può resistere alle alte temperature, ma viene rapidamente distrutta dalla luce solare. La stessa soluzione di piridossina è limpida, incolore o leggermente giallastra.

Questa sostanza è formata da molecole di carbonio, azoto, ossigeno e idrogeno. Affinché la vitamina B6 mostri le sue proprietà benefiche, deve essere convertita in una forma fosforilata nel corpo umano. La piridossina è ossidata con permanganato di potassio. Questo forma l'aldeide piridossale. Riscaldando la vitamina B6 con l'ammoniaca, puoi ottenere piridossamina.

Ruolo fisiologico

Questa sostanza ha il seguente significato per l'uomo:

  1. Supporta il normale funzionamento del sistema nervoso. A causa di ciò, si verifica la formazione di neurotrasmettitori (neurotrasmettitori) necessari per la trasmissione degli impulsi nervosi.
  2. Ha un effetto anticonvulsivante.
  3. Partecipa allo scambio di amminoacidi. Con la partecipazione della piridossina, si verifica la formazione di metionina, cisteina e triptofano.
  4. È un coenzima.
  5. Influisce indirettamente sull'elaborazione e sul metabolismo delle proteine.
  6. Partecipa alla formazione di istamina (un mediatore di reazioni allergiche e infiammatorie).
  7. Normalizza il tono dell'utero. Questo è importante per le donne incinte. La vitamina B6 riduce il rischio di aborto spontaneo e parto prematuro.
  8. Normalizza il metabolismo dei grassi.
  9. Promuove la formazione dei globuli rossi e dell'emoglobina, importante per l'apporto di ossigeno ai tessuti.
  10. Partecipa alla formazione di alcuni ormoni.
  11. Promuove la sintesi degli acidi nucleici (DNA e RNA).
  12. Influenza la produzione e l'azione dell'insulina, che garantisce il mantenimento di adeguati livelli di glucosio nel sangue.
  13. Riduce i livelli di colesterolo totale, riducendo la probabilità di sviluppare aterosclerosi, ictus ischemico e malattia coronarica (infarto, angina pectoris).
  14. Ha un effetto benefico sul fegato.
  15. Ha un effetto calmante.
  16. Rallenta il processo di invecchiamento.
  17. Riduce l'infiammazione.
  18. Riduce la gravità della sindrome premestruale.

La vitamina è necessaria al corpo per rafforzare l'immunità, così come per unghie e capelli.

Indicazioni, limitazioni e controindicazioni

Quali sono i benefici e i danni della piridossina, ogni medico lo sa. L'indicazione principale per la nomina di una soluzione di piridossina è una carenza clinicamente pronunciata di vitamina B6 nel corpo. Le cause dell'ipovitaminosi possono essere malnutrizione, digiuno, aderenza a diete rigide, aumento del bisogno, malattie croniche (enterite, gastrite, ulcera, morbo di Crohn), invasione elmintica, sindrome da malassorbimento, assunzione incontrollata di farmaci.

La piridossina viene utilizzata se una persona presenta i seguenti sintomi oltre alla carenza di vitamina B6 confermata in laboratorio:

  • apatia;
  • affaticamento veloce durante il lavoro;
  • debolezza;
  • irritabilità;
  • irascibilità;
  • aggressività;
  • depressione;
  • compromissione della memoria e dell'attenzione;
  • deterioramento del pensiero;
  • rendimento scolastico in calo;
  • disturbi del sonno;
  • convulsioni notturne;
  • nausea;
  • diminuzione dell'appetito;
  • secchezza e infiammazione della pelle del viso (dermatite);
  • convulsioni agli angoli della bocca;
  • crepe nella zona delle labbra;
  • gonfiore e arrossamento della lingua (glossite);
  • segni di congiuntivite (lacrimazione, arrossamento, paura della luce intensa);
  • sintomi di polineurite (ridotta sensibilità sotto forma di formicolio, bruciore);
  • segni di anemia;
  • pallore della pelle;
  • cambiamenti di capelli (perdita di lucentezza, perdita, fragilità);
  • opacità e unghie fragili;
  • frequenti malattie infettive (virali).

L'uso della soluzione per la prevenzione dell'ipovitaminosi B6 non è appropriato. Per questo, sono adatte compresse e preparati complessi (multivitaminici sotto forma di integratori alimentari). Una controindicazione alla nomina della soluzione di piridossina è l'intolleranza. La vitamina B6 deve essere somministrata con cautela in caso di ulcera gastrica e duodenale, grave insufficienza epatica e malattia coronarica.

Durante la gravidanza

La piridossina non danneggia il corpo femminile e il feto, quindi può essere prescritta durante la gravidanza e l'allattamento per indicazioni rigorose.

Per bambini

La vitamina può essere utilizzata per i bambini dai 6 anni in su con sintomi di ipovitaminosi. Per un bambino, la dose giornaliera è di 20 mg. Con lo sviluppo della sindrome convulsiva, il dosaggio è di 10-100 mg / giorno. Le iniezioni vengono somministrate entro 2 settimane (il corso del trattamento per gli adulti è di un mese).

Istruzioni per l'uso della vitamina B6 in fiale

Modulo di rilascio: soluzione iniettabile (sottocutanea, intramuscolare o endovenosa). È contenuto in fiale da 1 ml. 1 fiala contiene 50 mg di piridossina cloridrato. L'acqua distillata è una sostanza ausiliaria.

Come iniettare la vitamina B6

La soluzione viene iniettata per via intramuscolare (nella natica o nella parte anteriore della coscia), per via sottocutanea (nella spalla) o lentamente per via endovenosa (nella vena ulnare). Ricorda che le iniezioni di vitamina B6 intramuscolare e sottocutanea sono dolorose. Le iniezioni di vitamina possono essere somministrate indipendentemente (se si hanno le capacità) o con l'aiuto di uno specialista (personale medico). Se vengono effettuate iniezioni intramuscolari di vitamina B6, è necessario rispettare le seguenti regole:

  1. Leggi attentamente le istruzioni.
  2. Verificare la data di scadenza delle fiale con la soluzione, la loro integrità e lo stato della sostanza (normalmente la soluzione deve essere omogenea, priva di fiocchi e sedimenti).
  3. Prepara il posto di lavoro. Per eseguire la manipolazione, avrai bisogno di una siringa sterile con ago, batuffoli di cotone, una lima per aprire la fiala, guanti, alcol al 70%, vitamina B6 in fiale.
  4. Calmare il paziente prima dell'iniezione. Questo è particolarmente vero per i bambini.
  5. Lavarsi accuratamente le mani con sapone e acqua calda..
  6. Asciugare con un panno pulito.
  7. Indossa i guanti.
  8. Aprire la confezione con la siringa, rimuovere il cappuccio dall'ago.
  9. Pulisci la fiala con alcol e aprila.
  10. Immergere l'ago nella fiala e aspirare la soluzione (non dovrebbe esserci alcuna vitamina nella fiala).
  11. Rilasciare l'aria dalla siringa.
  12. Esporre la pelle nel sito di iniezione. Allo stesso tempo, la persona deve mentire.
  13. Tratta la pelle con un antisettico e inserisci l'ago per 3/4 in profondità nel muscolo ad angolo retto. L'iniezione viene eseguita nel quadrante esterno superiore del gluteo o nella parte superiore della coscia. I preparati di vitamina B6 vengono somministrati lentamente.

Per le iniezioni sottocutanee, l'ago viene inserito con un angolo di 45º. Per prima cosa, devi fare una piega della pelle con la seconda mano. Quando la soluzione viene somministrata per via endovenosa, viene applicato un laccio emostatico sulla spalla. L'ago viene inserito quasi parallelamente alla pelle con un taglio. Dopo questa manipolazione, devi piegare il braccio al gomito.

Fabbisogno giornaliero di vitamine per diversi gruppi di persone

Per uomini e donne adulti di età compresa tra 30 e 50 anni, l'assunzione giornaliera di B6 è di 2 mg. Nella vecchiaia, il tasso aumenta a 2,2 mg. Per i bambini di età compresa tra 7 e 15 anni, questa cifra è di 1,5 mg. I ragazzi e le ragazze di età compresa tra 15 e 18 anni necessitano di 1,6-2 mg di vitamina al giorno. I bambini di età inferiore a 3 mesi dovrebbero ricevere 0,4 mg di questa sostanza ogni giorno, 0,5 mg di vitamina sono necessari a 4-6 mesi, 0,6 mg a 7-11 mesi, 0,9 mg a 1-3 anni, a 4-7 anni - 1,2 mg, 8-11 anni - 1,5 mg.

Un corso di trattamento

La durata della terapia è di 2-4 settimane..

Overdose ed effetti collaterali

Non sono stati identificati casi di sovradosaggio di vitamina B6. Qualsiasi vitamina e complesso vitaminico può mostrare effetti indesiderati. Con l'introduzione della piridossina, sono possibili i seguenti effetti collaterali:

  • eruzioni cutanee sulla pelle;
  • orticaria;
  • aumento della secrezione di acido cloridrico (può causare esacerbazione di gastrite e ulcera peptica).

Assorbimento ed escrezione dal corpo

Se la piridossina viene assunta per via orale sotto forma di compresse, l'assorbimento avviene nello stomaco e nell'intestino tenue. Dopo che la sostanza è stata assorbita nella circolazione sistemica, viene trasformata nel fegato. Lì si formano metaboliti biologicamente attivi: piridossamina fosfato e piridossal fosfato. La vitamina è distribuita nel tessuto nervoso del cervello e del midollo spinale, nei muscoli e nel fegato. L'escrezione avviene dai reni nelle urine. Con la somministrazione endovenosa di piridossina, circa il 2% viene escreto nella bile.

Interazione con altre sostanze

La piridossina non è consigliata per essere combinata con i seguenti medicinali:

  • diuretici (il loro effetto è potenziato);
  • Levodopa;
  • penicillamina;
  • fenobarbital;
  • fenitoina;
  • cicloserina;
  • isonicotina idrazide.

Questa vitamina si combina bene con la tiamina (l'effetto positivo sul sistema nervoso, sui muscoli, sul cuore e sui vasi sanguigni è migliorato). Non è consigliabile bere alcolici durante l'assunzione di piridossina.

Quali alimenti sono ricchi di piridossina

La piridossina si trova negli alimenti vegetali e animali. I seguenti alimenti ne sono ricchi:

  • patate;
  • asparago;
  • sedano;
  • Cavolini di Bruxelles e cavolfiore;
  • Pepe;
  • spinaci;
  • pomodori;
  • noccioline;
  • Fragola;
  • banane;
  • avocado;
  • agrumi;
  • melone;
  • cereali (riso, grano saraceno);
  • Mais;
  • crusca;
  • soia;
  • legumi;
  • aglio;
  • semi di girasole;
  • Mais;
  • carne;
  • un pesce;
  • frattaglie;
  • Ostriche;
  • Latticini;
  • tuorlo d'uovo;
  • lievito secco;
  • sciroppo;
  • carota;
  • piselli.